gerardo centoducati
gerardo centoducati
La città

La Lenticchia di Altamura IGP presente a Taranto al Festival dello Sviluppo Sostenibile

Il direttore Centoducati: “La distribuzione responsabile” un attore indispensabile per l’economia.

l direttore del Consorzio di Tutela e Valorizzazione della Lenticchia di Altamura IGP, Gerardo Centoducati, è intervenuto ieri mattina, martedì 29 maggio 2018, al Festival dello Sviluppo Sostenibile, durante l'evento organizzato da AISEC e Next, con COOP, l'Università degli Studi di Bari Aldo Moro, il Balab e il Politecnico di Bari nella Camera di Commercio di Taranto. Il Gruppo di Lavoro del Goal 12 ha presentato il Position Paper sui temi della finanza, della produzione e del consumo responsabile.

Il direttore del Consorzio ha proposto un tema tutto nuovo: la "distribuzione responsabile", un attore e partner indispensabile, enorme volano per l'economia, che si interpone alle figure del produttore e del consumatore responsabile ed è in grado di orientare e modificare fortemente le scelte produttive e quelle legate al consumo semplicemente grazie sia al suo ruolo di grande conoscitore dei prodotti e dei processi produttivi sia per la sua capacità di fare efficace informazione.
«Il volano della distribuzione responsabile - spiega Centoducati- è fondamentale per accorciare il più possibile il rapporto tra la produzione responsabile ed il consumo responsabile, in ottica di collaborazione e condivisione tra tutti gli operatori virtuosi della supply chian».
Hanno partecipato alle tavole rotonde esperti del mondo dell'impresa, delle istituzioni, delle Università e del Terzo Settore che si sono confrontati partendo dalle esperienze positive già presenti in Italia come quella della Lenticchia di Altamura IGP.

«Per consumo responsabile - ha continuato il direttore del Consorzio - si intende la pratica di organizzare le proprie abitudini di acquisto e di consumo non in modo compulsvo ma in modo da accordare la propria preferenza ai prodotti che posseggono oltre ai requisiti di qualità intrinseci ad un prodotto, anche altri valori differenti da quelli comunemente riconosciuti dal consumatore medio. Sopra tutti i valori il Consorzio punta l'attenzione nei confronti dell'ambiente e della salute. Si sottolinea che oggi ancora il 90% del prodotto consumato in Italia viene importato da paesi che non hanno il clima idoneo alla produzione di questo legume e pertanto è strettamente necessario impiegare disseccanti chimici per la raccolta».
Per questo certamente si deve assegnare un ruolo cruciale alla Distribuzione Moderna, in grado di ben comprendere il valore di talune produzioni e decidere, partendo magari dal prodotto a Marchio del Distributore, di commercializzare solo prodotto di origine nazionale e da filiera controllata e certificata.

«La Puglia e la Basilicata stanno vivendo un nuovo fermento anche dal punto di vista imprenditoriale e in diversi settori. Questa rinnovata attenzione ai temi della sostenibilità e dell'economia circolare potrebbero rappresentare un vantaggio competitivo per chi ha saputo custodire come pietre preziose gli insegnamenti dell'economia della tradizione» conclude Centoducati, «Per questo le iniziative come quelle di ASviS sono un prezioso momento di confronto e condivisione. In loco esistono già esperienze simili, basti pensare ai Colloqui di Martina Franca, che permettono a imprenditori lungimiranti di confrontarsi sul futuro».
    © 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.