parco degli ulivi
parco degli ulivi
La città

Il Tar boccia il ricorso presentato dal Comitato "Salviamo il parco degli Ulivi"

Respinta la richiesta di sospensiva, si attendono le motivazioni

A darne notizia dalla pagina facebook del Comitato "Salviamo il parco degli Ulivi" è Rosa Lillo: «È noto che il Tar di Puglia ieri, 7 luglio 2016, ha respinto la richiesta di sospensiva avanzata dal comitato "Salviamo il parco degli Ulivi" per i due permessi di costruire sul suolo ex Rossi. Lo avevamo messo in conto».

Abbiamo raggiunto telefonicamente l'esponente del Comitato, che ormai da diverso tempo sta conducendo una battaglia per fermare le ruspe sul suolo ex Rossi, per chiedere a caldo lumi su tale pronunciamento.

« Al momento - esordisce laconica - ai ricorrenti è stata notificata l'ordinanza con la quale il Tar ha rigettato la sospensiva».

«Ci siamo rivolti al Tar non perché i suoli non fossero edificabili ma per chiedere il rispetto delle destinazioni urbanistiche previste dal Piano Regolatore Generale e poi perché il Comune di Altamura, nel rilasciare i permessi non ha osservato le prescrizioni del Prg, dando la possibilità di costruire una scuola privata sul suolo della proprietà Cannito e "attività aperte al pubblico" sul suolo di Segeco».

«L'ordinanza – ha continuato Rosa Lillo - ci attribuisce richieste mai avanzate circa la non edificabilità del suolo ed il rispetto delle prescrizioni che l'Ufficio Tecnico avrebbe dato alle imprese, nulla di più falso, perché abbiamo chiesto solo il rispetto del Piano Regolatore Generale, delle destinazioni d'uso e delle volumetrie».

In sostanza, secondo l'esponente del Comitato, i Giudici Amministrativi non sarebbero entrati nel merito circa le richieste dei ricorrenti.

In ultimo, dalla rappresentante del Comitato arriva l'ennesima stoccata agli inquilini di Palazzo di Città rei di essersi costituirsi in giudizio, nominando un proprio avvocato di fiducia: «il Comune avrebbe potuto non costituirsi, e lasciare che i nostri avvocati si fronteggiassero con quelli delle imprese private».

Ma dal pronunciamento del Tar non emergono solo ombre, infatti il giudice amministrativo avrebbe attribuito al Comitato "Salviamo il parco degli Ulivi" lo status di portatore di interesse, titolato, per tanto, a presentare il ricorso che lo ricordiamo, ha preso le mosse dopo il diniego, da parte del Comune, di riesaminare le pratiche che hanno condotto all'intervento edilizio.
  • Tar
  • Ricorso
  • Parco degli ulivi
Altri contenuti a tema
1 "Gestione dei rifiuti, i conti non tornano" "Gestione dei rifiuti, i conti non tornano" Al Tar di Bari presentato un ricorso contro il Comune
Etichettatura d’origine del grano utilizzato nella pasta: arriva l'ok del Tar Etichettatura d’origine del grano utilizzato nella pasta: arriva l'ok del Tar Coldiretti Puglia: "Una scelta che risponde a pressanti richieste consumatori"
1 Parco degli ulivi, i cittadini chiedono risposte chiare Parco degli ulivi, i cittadini chiedono risposte chiare Attesa per la relazione della Soprintendenza archeologica
3 Parco degli Ulivi, il sindaco risponde al Comitato Parco degli Ulivi, il sindaco risponde al Comitato Forte difende l'operato dell'amministrazione e intanto sogna in grande
7 Un villaggio preistorico nel Parco degli Ulivi Un villaggio preistorico nel Parco degli Ulivi Fermate le ruspe, archeologi a lavoro per studiare i reperti
Il Comitato risponde alla Segeco Il Comitato risponde alla Segeco Lo stop ai lavori è arrivato grazie al Comitato e non ad altri
Parco degli Ulivi: parola al Comitato Parco degli Ulivi: parola al Comitato "La Soprintendenza è intervenuta grazie alla nostra segnalazione"
Parco degli Ulivi, la Segeco risponde Parco degli Ulivi, la Segeco risponde In mattinata conferenza stampa del Comitato cittadino
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.