Manifestazione a Bari
Manifestazione a Bari
Eventi e cultura

"Il settore dello spettacolo e degli eventi sta morendo"

La protesta dei lavoratori con lapidi, lumini e fiori

Con 130 finte lapidi e tombe, con corone di fiori, lumini e marce funebri di sottofondo i lavoratori dello spettacolo hanno inscenato una manifestazione di protesta davanti alla Prefettura di Bari, in piazza Libertà, per una silenziosa ma molto evocativa richiesta di aiuto per un ''settore che sta morendo''. All'iniziativa hanno preso parte pure vari operatori del settore di Altamura.

L'iniziativa è stata coordinata dalla Fedas, la federazione delle aziende dello spettacolo. Nel momento in cui in piazza hanno risuonato le note funebri, dietro ciascuna lapide si è posizionato un addetto della filiera dello spettacolo, vestito di nero. Sono le maestranze del 'dietro le quinte'. Su ciascuna lapide è stato sistemato un oggetto di lavoro come mixer, casse audio, faretti, proiettori, cavalletti, sedie. Segni di lutto, per un settore in grave difficoltà a causa della chiusura di teatri e cinema e di sospensione di tutti i grandi eventi.

Tanto che con questa iniziativa la Fedas ha voluto simbolicamente dire che ''c'è vita dietro le quinte, c'è lavoro dietro le quinte'' ma il momento è seriamente drammatico. La sezione regionale della Fedas riunisce circa 60 tra le principali aziende e professionisti pugliesi che noleggiano, progettano e allestiscono strutture e tecnologie per lo spettacolo dal vivo. ''Non una classica manifestazione di protesta ma una messa in scena della morte del settore - così la federazione spiega il senso della manifestazione - un'installazione con un potente messaggio per sensibilizzare le istituzioni sulla condizione dei service e delle aziende del comparto messe a dura prova dall'emergenza Covid19''.
  • Spettacolo
  • Emergenza Coronavirus - Covid19
Altri contenuti a tema
1 Governo ha deciso su green pass: ecco i casi in cui dal 6 agosto è obbligatorio Governo ha deciso su green pass: ecco i casi in cui dal 6 agosto è obbligatorio Bilancio settimanale di contagi e vaccini ad Altamura
Ospedale della Murgia, dimessi gli ultimi due pazienti Covid Ospedale della Murgia, dimessi gli ultimi due pazienti Covid Dopo quasi nove mesi e 761 ricoveri al Perinei si torna alle attività ordinarie
7 "Il mio calvario con il Covid, tra luci e ombre della sanità pugliese" "Il mio calvario con il Covid, tra luci e ombre della sanità pugliese" Lettera di un paziente altamurano, ricoverato da quattro mesi per varie complicanze
Bollettino Covid, 7 contagi in una settimana Bollettino Covid, 7 contagi in una settimana Situazione stabile ad Altamura
Covid, continua a migliorare la situazione in terra di Bari Covid, continua a migliorare la situazione in terra di Bari Ad Altamura solo 5 nuovi casi negli ultimi sette giorni
Covid: ad Altamura 11 casi in una settimana Covid: ad Altamura 11 casi in una settimana Il bollettino della Asl sui contagi e sul numero di vaccini
A luglio meno dosi, la vaccinazione rallenta A luglio meno dosi, la vaccinazione rallenta In tutta la Puglia verranno riprogrammati gli "under 50"
Non è Covid-free ma i casi sono ancora in calo Non è Covid-free ma i casi sono ancora in calo Il bollettino settimanale ad Altamura sui contagi e sui vaccini
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.