gli imperiali federicus
La città

Grande successo di Federicus 2018

La Fortis Murgia presenta i dati della VII^ edizione “Li Affanni”della festa medievale.

Un bilancio chiusosi in netto pareggio. Federicus 2018 si è imposto come l'edizione più sorprendentemente vincente oltre che sul piano artistico e culturale, anche su quello economico, proprio quando tutto lasciava presagire un conto in rosso per le eccessive spese ed il forte dispendio di forze per i dispositivi necessari alla messa in sicurezza della città, imposti dalla normativa in vigore, nei quattro giorni di festa medievale. Un pacchetto sicurezza imposto dalla Prefettura, costato circa 45.000 euro, in cu vi rientrano le 2. 100 transenne distribuite lungo tutto il percorso del Corteo Imperiale, le 80 transenne antipanico posizionate intorno al Palco Arena per gli spettacoli in Piazza Matteotti, le 100 transenne in ferro per deviare il traffico e le 60 recinzioni mobili. E ancora 40 blocchi di cemento anch'essi impiegati su tutto il percorso. Sul fronte umano oltre 60 volontari della Fortis, 24 vigili del fuoco al giorno e 150 stuart, di cui 50 con doppie funzioni e doppi turni (dalle 10.00del mattino fino alle 22.30 della sera), altri 70 all'esterno del percorso e 30 per bloccare il traffico. Nelle spese sanitarie rientrano le 8 autoambulanze, compresa quella di rianimazione, posizionate nei posti più nevralgici della città. Telecamere conta persone, metal detector, imprese interessate al carico scarico e spostamento continuo delle attrezzature…e tanto altro. E' quanto è emerso nella relazione dell'ing. Piero Di Palo a proposito di tutte le procedure in merito alla sicurezza. "Nonostante la mole di lavoro e gli alti costi, siamo orgogliosi che la Prefettura ci abbia comunicato che il nostro progetto messo a punto per Federicus sia diventato un progetto pilota per la realizzazione di feste pubbliche a livello Regione Puglia" - ha concluso Di Palo.

E' quanto è emerso dalla conferenza stampa di chiusura che si è tenuta sabato scorso nella Sala Tommaso Fiore del Gal – Terre di Murgia, che ha visto una dirigenza pronta ad aprirsi alla città, con l'ingresso nella grande famiglia Fortis di nuovi sostenitori e di nuovi amici. Così la preoccupazione iniziale ha lasciato il posto al susseguirsi di risultati asseverativi fino ai dati finali tanto temuti e poi rivelatisi assolutamente positivi. In primis la lotteria, la cui estrazione è avvenuta venerdì 25 maggio in Palazzo pubblico, che con i suoi 3.173 biglietti venduti, ha fruttato circa di 16.000 euro. Numeri positivi arrivano anche dal settore commerciale, grazie alla partecipazione di tanti partners, di sponsor, di spazi commerciali e di ogni altra forma di contributo che hanno bilanciato il divario. "Siamo soddisfatti di come ha risposto la gente" – ha dichiarato il vice presidente Giuseppe Arena – "Il loro prezioso contributo insieme a quello culturale e artistico è servito a realizzate con successo questo grande evento ".
Ma quanto piace veramente Federicus? e soprattutto a chi piace? A stabilirlo un sondaggio della Fortis su un campione di visitatori che hanno compilato il questionario distribuito dall'Infopoint Federicus in Piazza Duomo. Alla richiesta di una valutazione della festa più della metà ha dato il massimo punteggio, mentre 4 su 5 persone l'hanno trovata molto qualificata. Secondo quanto riportato nelle varie schede il 90% dei visitatori ha riconosciuto l'ottima accoglienza ricevuta dagli altamurani, il che non è di poco conto. "I complimenti più belli, e sono dati che confortano, sono stati fatti dagli stranieri per lo più francesi, tedeschi, inglesi, rumeni e spagnoli" – ha confessato Beppe Piccininni, dirigente Fortis – "Le uniche critiche sono state fatte sui servizi igienici. Qui dobbiamo migliorarci e stiamo già pensando a come fare per sopperire al problema già dal prossimo anno".

Grande soddisfazione anche per il lavoro sviluppato sul web. "Le persone raggiunte attraverso i social (face book, instagram, ecc…) sono state circa 1.000.000 in tutta Italia con tanti ritorni a livello di contatti" - ha spiegato nel suo intervento Mario Direnzo della Moone, che insieme al gruppo Comunicazione della Fortis ha gestito il pacchetto Internet. Anche l' App. su FEDERICUS è stata usata tantissimo nei giorni della festa.
Il presidente Carlo Camicia ha ricordato la grande emozione che aveva preso un po' tutti gli organizzatori durante la presentazione di Federicus, la stessa che si è trasformata in soddisfazione per "per aver dato tutti insieme volontari e imprese, scuole e parrocchie, giornalisti e fotografi, cittadini e turisti, ognuno secondo le proprie possibilità, al nostro territorio e alla città, un segno di speranza e di crescita, portando alto nel mondo il nome di Altamura, e contribuendo a dare un futuro ai nostri figli, attraverso un risveglio del tessuto economico locale" – ha spiegato Camicia.

Durante la mattinata sono stati consegnati gli attestati di Partecipazione alle scuole che hanno preso parte al Corteo dei Fanciulli, dimostrando grande impegno e professionalità e alle parrocchie per aver animato egregiamente e con passione il Corteo Imperiale. Consegnati gli attestati di Partecipazione per l'impegno assunto durante la festa nel Polo federiciano (ex Monastero Santa Croce) ai ragazzi del Liceo Classico Cagnazzi per il lavoro svolto in "Scripta Manen"t - Fiera del libro medievale, e ai ragazzi dell'Istituto Nervi -Galilei sulla "Mostra dei Castelli federiciani "da Bari a Foggia, tra immagini e storia. Mentre gli attestati di Merito sono andati agli alunni vincitori del Concorso "Scopriamo il Medioevo - Federico II " "Gli elaborati che sono pervenuti alla Commissione erano tutti lodevoli e interessanti" – ha dichiarato il dirigente scolastico Pasquale Castellano, organizzatore dei Concorso – "nella scelta, comunque difficile, dei vincitori è stata posta attenzione alla originalità dei lavori".
E già si pensa a mettere giù le basi del progetto relativo al prossimo anno. Federicus 2019, che avrà come tema l'ultimo aspetto della trilogia dantesca, da un'idea della prof. Caterina Colonna, dopo l'"Amor cortese", e "li Affanni" appena terminati, "gli Agi"(Canto XIV del Purgatorio), si preannuncia ricco di novità e di tanto divertimento.
    © 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.