Massimo Bray - foto profilo facebook
Massimo Bray - foto profilo facebook
Territorio

Giunta regionale, Bray (assessore cultura e turismo) si dimette

La delega rimane nelle mani di Emiliano che ha anche la sanità

Emiliano perde un altro pezzo della sua giunta. Massimo Bray, assessore regionale alla Cultura e al Turismo, ha deciso di rimettere l'incarico. "Una decisione giunta dopo un percorso di condivisione con il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano" - si legge in una nota della Regione.
L'oramai ex assessore ha motivato la sua decisione attraverso una lettera pubblicata sui social nella quale spiega le proprie difficoltà personali nel continuare a svolgere l'incarico, a causa di un precario stato di salute che non gli consente di assolvere al meglio il ruolo.
"Credo corretto far emergere quel senso di profondo rispetto verso le Istituzioni e la consapevolezza di quante energie ci vogliano per portare avanti un incarico così delicato come quello che mi è stato affidato con generosità dal Presidente Emiliano" -ha detto Bray, ringraziando il governatore della Puglia per la fiducia ricevuta e tutti coloro che hanno collaborato con lui in questi mesi.
Periodo in cui l'assessore ha portato a casa risultati importanti come la Biennale del Mediterraneo, la legge sulla tutela del patrimonio culturale immateriale, la delibera che consentirà di realizzare alcuni progetti archeologici di straordinario valore, oltre alle innumerevoli manifestazioni culturali messe in piedi nel corso della passata estate, che consentono a Bray di tracciare un bilancio tutto sommato positivo del suo operato.

"Vorrei esprimere pubblicamente il senso di gratitudine nei confronti di Massimo Bray. Lo ringrazio per aver sempre svolto la sua attività di assessore senza mai risparmiare energie e dedizione. Lo ringrazio perché, nel lasciare la delega, sta trasmettendo a tutti noi il desiderio di continuare ad esserci vicino. E noi abbiamo bisogno di continuare a confrontarci con lui, per il bene della Puglia. Le sue qualità professionali e umane ci hanno consentito di raggiungere obiettivi importanti, nonostante i tempi difficili della pandemia. I sentimenti che lui esprime nella sua lettera sono gli stessi che provo io in questo momento" – ha commentato il Presidente Emiliano, che ha deciso per il momento di avocare a sé la delega alla cultura.
  • Giunta regionale
  • Giunta regionale Puglia
Altri contenuti a tema
Deposito nucleare, la giunta regionale approva le osservazioni tecniche Deposito nucleare, la giunta regionale approva le osservazioni tecniche Emiliano e Maraschino: “Ribadiamo e motiviamo il nostro no”
Turismo e cultura. stanziati 50 milioni per crisi Turismo e cultura. stanziati 50 milioni per crisi Un provvedimento della Regione per supportare aziende in grave difficoltà
La voce degli animalisti italiani La voce degli animalisti italiani Il comportamento "vergognoso" della Giunta Regionale
Al "Nervi-Galilei" il nuovo indirizzo Moda-Settore Tecnologico Al "Nervi-Galilei" il nuovo indirizzo Moda-Settore Tecnologico La Regione approva il piano di riordino della rete scolastica 2011/2012
Riconosciuti i due distretti agroalimentari di qualità della Puglia Riconosciuti i due distretti agroalimentari di qualità della Puglia Terre Federiciane e Jonico-Salentino
10 milioni di euro per l’Ospedale della Murgia 10 milioni di euro per l’Ospedale della Murgia Il nuovo Ospedale fra le “priorità” della Giunta regionale
Approvati oggi 23 Piani di Sviluppo Locale GAL Approvati oggi 23 Piani di Sviluppo Locale GAL La decisione della Giunta regionale riguarda anche il GAL Terre di Murgia
Proclamazione ufficiale di Nichi Vendola a Presidente della Regione Puglia Proclamazione ufficiale di Nichi Vendola a Presidente della Regione Puglia Resi noti anche i nomi dei 14 assessori che formeranno la giunta
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.