Discarica in contrada Le Lamie
Discarica in contrada Le Lamie
La città

Discarica Le lamie, la Regione interviene

Il 2 dicembre sopralluogo congiunto Regione - Comune

Il prossimo 2 dicembre si svolgerà un sopralluogo congiunto sul sito della discarica per porre riparo, con azioni urgenti, a tutte le "operazioni necessarie per accertare e mettere in sicurezza eventuali situazioni di inquinamento ambientale, con particolare riferimento alle acque di falda".
La notizia arriva in coda ad un tavolo tecnico convocato in Regione e al quale hanno preso parte l'assessore all'ambiente Gianni Stea, la sindaca Rosa Melodia, oltre a rappresentanti dell'Area metropolitana, della Asl e dell'Arpa.
L'assessore regionale delegato all'ambiente ha promesso interventi immediati in merito alla messa in sicurezza della discarica.
"Il percorso per avviare i lavori previsti è ormai prossimo al via libera definitivo – ha assicurato l'assessore Stea - La Regione ha sempre seguito la questione dell'impianto di Altamura per fare definitivamente chiarezza e comprendere i migliori percorsi tecnici e amministrativi in totale armonia con le amministrazioni locali. Faremo luce su quanto scaricato in discarica in questi decenni e quindi per intervenire a tutela della comunità".

Notizie confermate in consiglio comunale dalla sindaca Rosa Melodia che ha annunciato una serie di prelievi e esami per verificare lo stato dei luoghi e l'effettiva pericolosità della discarica.
Melodia, in coda al suo intervento, ha tuttavia invitato i consiglieri a mantenere toni bassi onde evitare "inutili speculazioni politiche".

Parole che non hanno convinto i consiglieri di opposizione Marroccoli, Scarabaggio, Saponaro, Gallo, Laterza e Difonzo firmatari di una richiesta di consiglio comunale monotematico per discutere della discarica e capire l'effettivo stato in cui versa.


Sulla vicenda relativa alla discarica Le lamie è intervenuta anche la deputata Angela Masi depositando una interpellanza al Ministero dell'Ambiente nella quale si chiedono controlli, attraverso l'intervento delle autorità competenti e del NOE.

"Ho avviato l'iter parlamentare che intendo trasformare in interpellanza urgente appena possibile per avere una risposta più rapida. Nei giorni scorsi una interpellanza in tal senso è stata presentata anche dal nostro Consigliere Difonzo al Comune di Altamura e per conoscenza anche al Consiglio metropolitano. Alcune settimane fa avevo affrontato la questione con il collega Giovanni Vianello componente della commissione ambiente ed ecomafie, oltre ad aver attenzionato informalmente alla prima occasione utile il Ministro Sergio Costa. Auspico che tutte le istituzioni facciano la loro parte" dichiara la deputata.
    © 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.