emergenza cinghiali parco alta murgia
emergenza cinghiali parco alta murgia
Territorio

Cinghiali: branchi vicino al centro abitato di Altamura

Allarme Coldiretti

L'ultimo episodio risale a pochi giorni addietro sulla strada provinciale che collega Altamura a Ruvo ad appena sei chilometri di distanza dal centro abitato: un branco di cinghiali ha tagliato la strada ad alcune automobili rischiando di causare l'ennesimo grave incidente.
Preso atto della inefficacia delle politiche per il controllo dei cinghiali, Coldiretti Puglia torna a chiedere provvedimenti urgenti per la tutela non solo delle colture ma soprattutto della incolumità pubblica.
"Non si tratta più solo di una questione di risarcimenti ma è diventato un fatto di sicurezza delle persone che va affrontato con decisione. Ora non ci sono più alibi per intervenire in modo concertato tra Ministeri e Regione ed avviare un piano di abbattimento straordinario senza intralci burocratici. Le aree rurali e anche le città, vedi quanto accade nel capoluogo di regione a Bari, sono invase da cinghiali che mettono a repentaglio l'incolumità delle persone, fanno razzia nei campi con inevitabili ripercussioni anche di natura igienico-sanitaria", denuncia Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.

"Nell'area del Parco Nazionale dell'Alta Murgia è emersa l'inefficacia del sistema di cattura dei cinghiali con le gabbie – precisa il presidente Muraglia – che il presidente Tarantini ha intenzione di sostituire con il selecontrollo", aggiunge Muraglia.
Per Coldiretti la situazione sarebbe insostenibile soprattutto nelle aree rurali a Grumo, Paolo del Colle, Binetto, Bitetto, Toritto, Corato, Altamura, Spinazzola, Minervino, Andria, Ruvo di Puglia e Santeramo e in Capitanata, soprattutto nell'area del Gargano dove l'habitat risulta particolarmente favorevole.

Sono enormi i danni causati dalla fauna selvatica. I cinghiali distruggono le coltivazioni e attaccano gli uomini e gli animali allevati – denuncia Coldiretti - come anche i lupi e i cani inselvatichiti, gli storni azzerano la produzione di olive e distruggono le piazzole, le lepri divorano letteralmente interi campi di ortaggi, per un danno totale pari ad oltre 11 milioni di euro.

In coda però una proposta: "La norma regionale sul ReD (reddito di dignità) potrebbe essere utilizzata – conclude Coldiretti Puglia – per pianificare un'attività di guardiania e sicurezza rurale, mentre al contempo va data piena attuazione alla legge regionale che stabilisce termini e modalità per gli indennizzi a beneficio di agricoltori e allevatori che subiscono danni da fauna selvatica".
  • Emergenza cinghiali
Altri contenuti a tema
Coldiretti: oltre 300 incidenti causati da cinghiali in Puglia Coldiretti: oltre 300 incidenti causati da cinghiali in Puglia A Roma la protesta davanti alla Camera
Cinghiali: un piano in cinque azioni del Parco dell'Alta Murgia Cinghiali: un piano in cinque azioni del Parco dell'Alta Murgia Con Anci, Federparchi, Ispra e Conferenza Stato Regioni per affrontare il problema degli ungulati
Parco dell’Alta Murgia, riparte il monitoraggio dei cinghiali Parco dell’Alta Murgia, riparte il monitoraggio dei cinghiali Si verificheranno le misure per contenere la popolazione dell'ungulato
Cinghiali nel Parco dell'Alta Murgia, iniziate le catture Cinghiali nel Parco dell'Alta Murgia, iniziate le catture In funzione i recinti "corral". L'Ente vuole intensificare la lotta al fenomeno
Murgia, pronto il Piano di gestione del cinghiale Murgia, pronto il Piano di gestione del cinghiale L'Ente Parco chiede confronto con i Prefetti di Bari e Bat
Fauna selvatica: serio problema in Puglia e la politica tace Fauna selvatica: serio problema in Puglia e la politica tace Delusa la Coldiretti Puglia per l'ennesimo rinvio del DDL
3 Emergenza cinghiali: la parola a Gerardo Centoducati, Direttore del Consorzio di Tutela Lenticchia di Altamura IGP Emergenza cinghiali: la parola a Gerardo Centoducati, Direttore del Consorzio di Tutela Lenticchia di Altamura IGP "Gli agricoltori devono appoggiare il lavoro del Parco Nazionale dell'Alta Murgia per far sì che il problema diventi una risorsa"
Emergenza cinghiali: il consigliere regionale Gianni Stea presenta un'interrogazione Emergenza cinghiali: il consigliere regionale Gianni Stea presenta un'interrogazione Necessario conoscere lo stato dei fatti per trovare una soluzione al problema
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.