Carabinieri
Carabinieri
Cronaca

Tragedia a San Colombano al Lambro: muore 33enne altamurano

In corso le indagini dei carabinieri della Compagnia di San Donato

Si trovavano a San Colombano al Lambro per lavoro e alloggiavano presso un bed & breakfast in cima alla Collada, strada che conduce alla cosiddetta "collina dei milanesi", i due colleghi e amanti Marcella Ninni, 42enne di Santeramo, e Giuseppe Spinelli, 33enne di Altamura, trovato morto alle prime luci dell'alba di giovedì dai sanitari del 118, con la gola squarciata da un coccio di vetro, secondo quanto riportato da milano.corriere.it.

Secondo quanto riferito dalla donna ai carabinieri della Compagnia di San Donato, i due si trovavano nel Piacentino per questioni lavorative essendo entrambi dipendenti di un'azienda di telecomunicazioni. Nel B&B, dopo aver fatto uso di cocaina nella notte, pare sia scoppiata una burrascosa lite finita in una pozza di sangue e disperazione: Giuseppe, colto da un raptus, prende un coccio di vetro e decide di farla finita, recidendo la giugulare dopo essersi precipitato all'esterno della stanza, trascinandosi poi per decine di metri fino al giardino dove muore agonizzante al gelo. Invani per l'uomo i soccorsi del 118, deceduto pochi istanti dopo l'arrivo dei sanitari. Ciò che resta è l'appartamento a soqquadro, i mobili a pezzi e il sangue di Spinelli sparso ovunque, persino sugli abiti di Marcella Ninni, che continua a professarsi innocente.

Una versione che gli inquirenti, guidati dalla PM di Lodi Emma Vittorio, stanno verificando scrupolosamente, dal momento che di anomalie nel racconto della santermana ce ne sono diverse. Infatti non si esclude l'ipotesi di omicidio. Per chiarire la dinamica della tragedia, consumatasi nella fredda notte tra il 6 e il 7 dicembre, la Procura di Lodi ha deciso di avvalersi anche della consulenza di Yao Chen, nota anatomopatologa dell'Istituto di Medicina legale di Pavia.
  • Forze dell'ordine
Altri contenuti a tema
1 Due assistenti capo di Polizia Penitenziaria agli arresti domiciliari: uno è di Altamura Due assistenti capo di Polizia Penitenziaria agli arresti domiciliari: uno è di Altamura Sono ritenuti responsabili in concorso di peculato e di falsità ideologica continuati
Denunciato imprenditore per gestione illecita di rifiuti Denunciato imprenditore per gestione illecita di rifiuti Sequestrato un container diretto in Giordania contenente residui della lavorazione dei divani
23enne pugliese individuato e denunciato dai Carabinieri di Matera 23enne pugliese individuato e denunciato dai Carabinieri di Matera Responsabile di tentato furto aggravato ai danni di un cittadino di Grottole
6 Deposito della droga scoperto nel Parco Deposito della droga scoperto nel Parco L'operazione dei Carabinieri forestali
1 Due altamurani in arresto per spaccio di cocaina Due altamurani in arresto per spaccio di cocaina Operazione conseguita con successo dai Carabinieri della Compagnia di Altamura
7 Furti nella notte: emergono altri dettagli Furti nella notte: emergono altri dettagli Due i furti messi a segno. Indagano i Carabinieri
1 53 persone a giudizio spaccio di droga tra la Basilicata e la Puglia 53 persone a giudizio spaccio di droga tra la Basilicata e la Puglia Interessate persone residenti nelle province di Potenza, Foggia, Matera e Milano
4 Arrestati ad Andria due albanesi residenti ad Altamura Arrestati ad Andria due albanesi residenti ad Altamura Durante la Festa di San Riccardo, hanno derubato un'attività commerciale andriese
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.