Trattamenti estetici e cura del corpo
Trattamenti estetici e cura del corpo
Territorio

Parrucchieri ed estetiste rialzano le saracinesche per una mattina

Ma non ricevono la clientela. Una manifestazione simbolica

Ad Altamura, così come in varie città pugliesi, si è tenuta la manifestazione "bianca" delle imprese del benessere aderenti a Confartigianato. Nella mattinata acconciatori ed estetisti hanno alzato in modo simbolico le saracinesche dei propri saloni e aperto le porte dei propri studi. Non per lavorare, poiché non è consentito in base alle regole della zona rossa, e non è stata accolta la clientela. La manifestazione, bianca appunto, è stata una forma di protesta contro lo stop prolungato alle attività. Slogan dell'iniziativa: "Il nostro lavoro non è un gioco".

In Puglia il settore conta circa 10.000 imprese, in larghissima prevalenza artigiane. Secondo il Centro Studi di Confartigianato Puglia, sono esattamente 9.664 le aziende attive del comparto tra «servizi dei parrucchieri e di altri trattamenti estetici» (con codice Ateco 96.02.00), «saloni di barbiere e parrucchiere» (Ateco 96.02.01), attività legate ai «servizi degli istituti di bellezza» (Ateco 96.02.02), imprese si occupano di «servizi di manicure e pedicure» (Ateco 96.02.03). In base alle province, 2.931 operano in provincia di Bari; 1.079 in quella di Barletta-Andria-Trani; 1.003 in quella di Brindisi; 1.249 in quella di Foggia; 2.155 in quella di Lecce; 1.247 in quella di Taranto.

La perdurante chiusura delle attività del benessere ha determinato, nel solo 2020, una perdita di ricavi per oltre due miliardi di euro (per la precisione,2.104 milioni di euro). Non è tutto: sulla base dei dati dell'Istat, si stima nei servizi alla persona un tasso di lavoro indipendente irregolare del 28 per cento. La chiusura di acconciatori e centri di estetica nelle aree rosse apre quindi sterminati spazi di domanda per un'offerta irregolare caratterizzata da tanti abusivi.

Quindi, per attività in cui sono stati sempre effettuati investimenti per la sicurezza, non sono arrivati i ristori e nel settore l'abusivismo è diventato molto pervasivo.
  • Confartigianato
  • Emergenza Coronavirus - Covid19
Altri contenuti a tema
Vaccini anticovid, aggiornato il calendario delle prenotazioni Vaccini anticovid, aggiornato il calendario delle prenotazioni Si prosegue con i nati negli anni '60 e si comincia con i nati nei '70
Sostegni pubblici Covid-19, approvata legge regionale Sostegni pubblici Covid-19, approvata legge regionale Se ci sono fondi disponibili, i Comuni possono aiutare anche altre famiglie
La ristorazione riapre a metà per ora, servizio al tavolo solo all'aperto La ristorazione riapre a metà per ora, servizio al tavolo solo all'aperto Parziale normalità per attività rimaste chiuse per quasi due mesi
Vaccinazione Covid, aperte prenotazioni per i cinquantenni Vaccinazione Covid, aperte prenotazioni per i cinquantenni Fascia di età dai 50 ai 59 anni
Da lunedì la Puglia in area gialla Da lunedì la Puglia in area gialla Vengono meno molte limitazioni. Riaprono musei, cinema, teatri
La Puglia spera nel giallo, situazione migliorata in Asl Bari La Puglia spera nel giallo, situazione migliorata in Asl Bari Report settimanale: ecco i dati settimanali su contagi e vaccini ad Altamura
Cure domiciliari, richiesta del comitato "Assistenza Covid Murgia" Cure domiciliari, richiesta del comitato "Assistenza Covid Murgia" A favore dei gruppi di medici che propongono terapie diverse da protocollo
Vaccinati ma senza avere priorità, 53 indagati in provincia di Bari Vaccinati ma senza avere priorità, 53 indagati in provincia di Bari Indagine della Procura. Alcuni casi ad Altamura
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.