Giovanni Mercadante
Giovanni Mercadante
La città

Lo scrittore altamurano Giovanni Mercadante presenta il suo ultimo lavoro

Il libro si intitola “Spinazzola, tra passato e presente”

Un'opera omnia che parte dalle origini del borgo e attraversando la lunga temperie, giunge ai nostri giorni. Una fatica letteraria che ha impegnato l'autore altamurano per oltre due anni tra ricerche d'archivio in Italia e all'estero, sopralluoghi ed interviste. Del resto non è nuovo a questo genere di lavori, poiché conta al suo attivo oltre dodici pubblicazioni in un filone che è diventato un suo marchio di fabbrica, in cui accorpa gli stemmi delle antiche famiglie del luogo, l'araldica dei vescovi, l'arte sacra (chiese pubbliche, private), le masserie fortificate, le cappelle rurali e i palazzi padronali.
A proposito di marchio di fabbrica, non va trascurato che la sua biografia è accompagnata da un logo personale che racchiude tutti i simboli che rappresentano la sua città: Altamura (la cattedrale, il pane, il divano, il fungo cardoncello, il dinosauro, l'uomo arcaico).

La pubblicazione del volume in questione è stata possibile grazie al mecenatismo di uno spinazzolese d'hoc, da cui è partita la committenza: il Comm. Luigi Galantucci, fondatore della Gielle Antincendio con sede ad Altamura, presente sia sul territorio nazionale che all'estero. E' una prova tangibile del forte legame che continua a mantenere con la sua terra natia. Un lavoro così poderoso non è mai stato affrontato da altro scrittore locale. Per la comunità spinazzolese, soprattutto per le nuove generazioni, studenti, studiosi e curiosi, diventerà oggettivamente un punto di riferimento. La ricchezza d'immagini a colori, a volte a tutta pagina, la ricostruzione degli stemmi curata dall'araldista Dario R. Uva su descrizione dell'autore, per dare maggiore enfasi alle Casate nelle rispettive schede, sono di grande effetto.

Per la prima volta appaiono gli alberi genealogici di alcune famiglie storiche: Pignatelli, Spada, De Cesare a cui l'autore dedica delle sezioni, grazie alla disponibilità di alcuni discendenti di dette Casate, tra cui il Principe Marzio Pignatelli e il fratello Francesco; il Conte Tommaso Franc. Ant. Spada di Milano; Beniamino Spada di Montescaglioso; Stelio Spada di Roma; Umberto Spada di Sondrio; il dott. Domenico Saraceno di Atella (Pz). Giovanni Mercadante ha ammirato la disponibilità di molti studiosi locali, i quali con apprezzabile spirito collaborativo hanno dato il loro contributo fornendogli note storiche e artistiche, tra cui la restauratrice Antonella Magistro e la prof.ssa Annabella Ruta nel campo dell'arte; Vincenzo Cerabino per i contatti con i proprietari dei palazzi padronali e delle masserie; e Nicola Galantucci storico locale per i molti documenti anche inediti dati in omaggio.

Sono state fatte ricerche più approfondite sulla ritirata dei tedeschi nel settembre 1943, seguita dall'eccidio di 22 giovani militari italiani a Murgetta Rossi con foto dei Generali della Wehrmacht ricevute dall'archivio militare tedesco di Wiesbaden. E' stata affrontato il motivo logistico dell'allestimento a Spinazzola nel 1944 del quartiere generale degli alleati americani con la pista di decollo a Poggiorsini del 460. Gruppo bombardieri; e l'intervista a distanza fatta dall'autore in inglese ad un aviere statunitense del 760. Squadrone, tuttora vivente in Florida; e infine la presenza della base missilistica in contrada Ponte Impiso durante il periodo della guerra fredda, i cui resti con le garitte di avvistamento sono tutt'oggi ben visibili nell'area abbandonata.

L'autore dà ampio spazio alla descrizione dei palazzi, edificati per la maggior parte nell'800, i cui interni sono abbelliti con decorazioni di pittori di scuola napoletana, le cui volte risultano firmate dal terlizzese Gaetano Paloscia, Nicola Biondi, Scarano, Michelangelo Di Maggio e Raffaele De Marinis di Spinazzola.
Sono stati omaggiati piccoli e grandi personaggi che hanno illustrato la città nel corso dei secoli, senza dimenticare i cultori e gli artisti contemporanei, di cui il territorio è foriera insieme alla gemellata Verbania che mantiene saldi i legami col territorio murgiano.
Nei testi si nota la cadenza ritmica del giornalista, con chiarezza di linguaggio, spedita e sfrondata del superfluo, senza lasciare dubbi nel lettore. Le immagini
sono accompagnate da accurate note didascaliche.

I caratteri tipografici graziati utilizzati dalla tipografia Pecoraro di Altamura, insieme alla splendida veste grafica, completano il quadro di quest'opera che sarà presentata a breve alla comunità di Spinazzola che potrà fregiarsi di una pubblicazione di notevole valore culturale per affrontare futuri programmi di valorizzazione del territorio.
Quello che mancava, oggi è finalmente a disposizione. Questo obiettivo è stato raggiunto grazie alla lungimirante iniziativa del Comm. Luigi Galantucci, a cui la comunità locale sarà senz'altro riconoscente.
  • Presentazione libro
Altri contenuti a tema
Presentato il libro "Ti mangio il cuore" di Carlo Bonini e Giuliano Foschini Presentato il libro "Ti mangio il cuore" di Carlo Bonini e Giuliano Foschini Inchiesta sulla mafia del Gargano, una delle più feroci di sempre
Castel del Monte, tra enigmi e risposte Castel del Monte, tra enigmi e risposte Il fascino del maniero federiciano in un libro
Presentato il libro sulla lotta per il pane ed il lavoro Presentato il libro sulla lotta per il pane ed il lavoro Intervista a Michele Gismundo
Il viaggio letterario intorno al cuore ed all'amor Il viaggio letterario intorno al cuore ed all'amor Lo scrittore pugliese Fabio Salvatore protagonista della rassegna "Magna Grecia Awards in Fest"​
1 Andrea Scanzi ad Altamura per presentare "I migliori di noi" Andrea Scanzi ad Altamura per presentare "I migliori di noi" Terzo appuntamento della rassegna letteraria "Magna Grecia Awards in Fest"
"L'amore a due Passi": il successo editoriale di Catena Fiorello​ "L'amore a due Passi": il successo editoriale di Catena Fiorello​ Secondo appuntamento della 20^ edizione del "Magna Grecia Awards in Fest"
Presentazione del libro "Il Cammino della Chiesa" Presentazione del libro "Il Cammino della Chiesa" Un viaggio nella storia per comprendere la vera natura della Chiesa
"La Comunità Greca di Altamura e la Riforma dei Greci promossa dalla Santa Sede nel XVI Secolo" "La Comunità Greca di Altamura e la Riforma dei Greci promossa dalla Santa Sede nel XVI Secolo" Presentazione del libro di Don Vito Incampo
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.