studentessa
studentessa
Scuola e Lavoro

La Regione finanzia le borse di studio Adisu

Dopo le proteste degli studenti, l'Ente regionale apre la cassa

"Siamo arrivati quasi alla fine dell'anno accademico e il Governo i soldi per le borse di studio non li ha ancora mandati, fatto questo assolutamente insopportabile.
Avevamo preso un impegno con tutti gli studenti pugliesi per consentire anche ai meno abbienti di sostenere i loro studi senza particolari problemi, perché il diritto allo studio è l'unico mezzo di mobilità sociale di cui dispone un giovane del Mezzogiorno per poter crescere, per poter imparare, per poter dimostrare a sé stesso, agli amici, alla famiglia quel che sa fare, quel che vale: ecco, abbiamo fatto uno sforzo straordinario.

Abbiamo anticipato a tutti gli studenti pugliesi le loro borse di studio anche se il Governo non ci ha ancora mandato i soldi. Insisteremo con garbo, con rispetto, come sempre fanno i pugliesi, che sanno ubbidire ma hanno la schiena dritta, ma evidentemente non possiamo consentire di far mancare ai nostri ragazzi il sostegno cui hanno diritto.

Quindi la Puglia vi paga integralmente le borse di studio così come vi avevo promesso" :lo dichiara il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano nell'annunciare che tutti gli studenti risultati idonei nelle graduatorie del bando "Benefici e Servizi ADISU 2015-2016" sono stati dichiarati vincitori di borsa.

"E' la prima volta - dichiara l'assessore all'istruzione, alla formazione e al lavoro della Regione Puglia Sebastiano Leo - che la Regione, tramite la propria agenzia strumentale, riesce ad assicurare la borsa a tutti gli studenti che ne hanno diritto. La Puglia, in tal modo, entra nel novero delle regioni virtuose e, grazie ad un saggio impiego delle risorse dell'Asse X del POR Puglia 2014/2020, pone le basi per poter rimanere, anche negli anni a venire, in questo gruppo ristretto di regioni che assicurano le provvidenze a tutti gli studenti in possesso dei previsti requisiti di merito e di reddito".

"Il significativo risultato ottenuto è stato raggiunto per effetto dell'assegnazione alla Regione Puglia del Fondo Ministeriale destinato a borse di studio per oltre 12.740.000 euro, che ha ricevuto il via libera dalla Conferenza Stato Regioni dello scorso 5 maggio, e grazie alle risorse di bilancio accantonate dall'ADISU sul proprio bilancio 2015".

"Per di più, pur in assenza dell'erogazione - in termini finanziari - del fondo da parte del MIUR, l'Agenzia riuscirà ad erogare la borsa di studio a tutti gli studenti entro i tempi previsti dal bando, ovvero entro il 30 giugno 2016.
Mi preme ringraziare – ha concluso Leo – il Presidente di ADISU dott. Alessandro Cataldo e il direttore generale dell'Agenzia, dott. Crescenzo Marino, unitamente ai competenti uffici regionali, per l'ottimo lavoro svolto".
  • Borse di studio
Altri contenuti a tema
Studio e formazione per emergere nella vita e nel lavoro Studio e formazione per emergere nella vita e nel lavoro Un progetto del Gruppo di volontariato vincenziano. Oggi la presentazione
La Fondazione Rotary International sostiene i giovani laureati di Puglia e Basilicata La Fondazione Rotary International sostiene i giovani laureati di Puglia e Basilicata Anche quest’anno, borse di studio alle tre migliori tesi di laurea sull’imprenditoria nell’Italia meridionale
Borse di studio 2009/2010, si possono ritirare i contributi Borse di studio 2009/2010, si possono ritirare i contributi L’erogazione inizierà mercoledì 2 marzo
Richiesta per Borse di studio e per Bonus Gas Richiesta per Borse di studio e per Bonus Gas Entro il 30 aprile la presentazione delle domande
Regione Puglia: pubblicato il nuovo bando "Ritorno al futuro" Regione Puglia: pubblicato il nuovo bando "Ritorno al futuro" Borse di studio a sostegno dei giovani laureati pugliesi senza lavoro
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.