riscaldamento nelle scuole
riscaldamento nelle scuole
Scuola e Lavoro

Troppo freddo: nelle scuole riscaldamento acceso anche a Natale

Gli impianti di 160 licei e istituti professionali resteranno in funzione per evitare la rottura delle tubazioni

Gli impianti di riscaldamento di circa 160 licei e istituti professionali in tutta la provincia di Bari rimarranno accesi anche durante il periodo delle festività natalizie. Lo ha deciso la Città metropolitana di Bari, che vuole così combattere l'ondata di gelo che si sta abbattendo nel Barese, con forti nevicate soprattutto nelle località dell'entroterra.

"Insieme ai tecnici e alle ditte appaltatrici degli impianti termici - ha annunciato Vito Lacoppola, consigliere metropolitano delegato all'Edilizia scolastica - abbiamo condiviso la necessità di tenere accesi i termosifoni anche durante le due settimane di chiusura delle scuole di competenza della Città metropolitana".

Anche se non ci saranno lezioni, quindi, gli impianti di riscaldamento continueranno a funzionare per almeno tre ore al giorno. La direttiva comprende anche gli uffici amministrativi, dove invece le stanze saranno tenute al caldo per tutta la giornata lavorativa, garantendo così un ambiente più sereno per gli impiegati.

Una decisione presa anche per evitare problemi tecnici nell'accensione degli impianti al rientro dalle vacanze e a garantire
la piena funzionalità del sistema. "Eviteremo così - prosegue il consigliere - che le tubazioni si possano gelare e, di conseguenza, rompersi. Monitoreremo costantemente la situazione e, dove necessario, disporremo interventi immediati". Gli studenti al ritorno sui banchi non avranno quindi sgradite sorprese, visto che già dal 7 gennaio, giorno precedente alla riapertura delle scuole, gli impianti di riscaldamento funzioneranno a pieno regime.
    © 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.