Vincenzo Florio  Giuseppe Siniscalchi
Vincenzo Florio Giuseppe Siniscalchi
Territorio

L’arte al servizio della società

Il pittore Siniscalchi dona un quadro alla Mi.Cro Italia. L’opera verrà esposta nell’ospedale della Murgia

Cosa lega l'inventore del movimento filosofico, culturale e pittorico denominato "fronteversismo" all'associazione Mi.Cro Italia, sodalizio che si occupa delle Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali?
Cosa hanno in comune due mondi, così apparentemente differenti, come quello dell'avvocato-pittore Giuseppe Siniscalchi, gravinese di nascita, milanese di adozione, orientale per cultura con il suo principio dominante: "pace e amore per la vita" e l'associazione, nata nel 2013, che sul territorio gravinese si è resa protagonista di numerose iniziative, non ultima, l'apertura di un ambulatorio dedicato ai pazienti affetti da M.I.C.I., presso l'ospedale della Murgia?

Di primo acchito nulla, ma poi, dalle prime parole dell'artista, un vero vulcano di idee e vitalità, e dalle dichiarazioni del presidente del presidio locale di MI.Cro Italia, Vincenzo Florio, si capisce come le distanze siano praticamente inesistenti.
"Da subito, infatti,- commenta Giuseppe Siniscalchi-, ho natato come gli scopi dell'associazione e il motto scelto per la loro ultima campagna di sensibilizzazione, siano coincidenti con la filosofia che sottende le mie opere e la mia corrente pittorica".

La valorizzazione dell'esistenza rispetto all'apparenza, colonna fondante del fronteversismo, altro non è che la trasposizione dello slogan dell'associazione "non tutte le disabilità sono visibili".
Ecco spiegato il connubio tra Siniscalchi e Mi.Cro Italia: ciò che non si vede, ma essenzialmente c'è, (spirito fondante dell'associazione vicina ai pazienti affetti da malattie intestinali croniche), altro non è che il fulcro del fronteversismo, che mira alla valorizzazione dell'invisibile".
Messaggio che Siniscalchi porta in giro attraverso un manifesto dinamico, firmato da coloro che hanno preso contatto con il fronteversismo, "perché l'arte deve essere pulsante, deve essere viva, e attraverso l'arte si deve dare un ausilio alla società".

Una missione che vede l'avvocato-pittore impegnato a distribuire le proprie opere, a titolo gratuito, in tutto il mondo.
Alcune di queste sono già presenti a Gravina, presso la fondazione Santomasi e nella chiesa di San Francesco (parrocchia cui si legano i ricordi di Siniscalchi, "quando da giovane si recava a comprare il pane presso l'antico forno presente nel larghetto prospiciente la chiesa).
Le tele dell'artista sono dipinte da entrambi i lati, proprio con la volontà di andare oltre il lato dell'apparenza, per penetrare verso quel mondo, spesso sommesso, a volte più vero, che rappresenta l'essenza stessa delle cose.
Allora, da un incontro quasi casuale avvenuto a Milano con i rappresentanti gravinesi della Mi. Cro Italia, è nata l'idea di donare un quadro al nosocomio della Murgia.

L'opera "Primavera in paesaggio murgese" verrà affidata in comodato d'uso gratuito a tempo indeterminato all'associazione, che poi si occuperà di consegnarla al Perinei.
"Ho scelto questo dipinto perché rappresenta i miei ricordi di infanzia legati a questo territorio"- ha confessato Siniscalchi.
"Un quadro che verrà collocato nella hall dell'ospedale e che darà lustro allo stesso, poiché
vista la caratura dell'artista, attraverso quest'opera, il Perinei verrà conosciuto in tutto il mondo"- ha aggiunto il presidente Florio, che ha tenuto a sottolineare come l'associazione sia impegnata per migliorare la qualità della vita delle persone "invisibilmente disabili".

"Non una raccolta fondi- ha specificato Florio, visto che le azioni di Mi.Cro Italia sono finanziate dalla Regione e dai Comuni, ma un'operazione finalizzata alla sensibilizzazione verso problematiche che per alcuni possono sembrare di poco conto, ma che per chi vive la propria disabilità nel silenzio, sono sostanziali. Da qui la nuova campagna di sensibilizzazione che presto partirà in Puglia".

Nel prossimo ottobre poi, l'inaugurazione ufficiale dell'ambulatorio che "ha prenotazioni esaurite fino alla fine del 2018"- sottolinea Vincenzo Florio, non nascondendo la propria soddisfazione per l'operato dell'associazione e dei numerosi volontari che si impegnano costantemente per far sì che funzioni.
19 fotocerimonia di consegna quadro Siniscalchi
micro italia JPGmicro italia JPGmicro italia JPGmicro italia JPGmicro italia JPGmicro italia JPGmicro italia JPGmicro italia JPGmicro italia JPGmicro italia JPGmicro italia JPGmicro italia JPGmicro italia JPGmicro italia JPGmicro italia JPGmicro italia JPGmicro italia JPGmicro italia JPGmicro italia JPG
    © 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.