Studio medico
Studio medico
Politica

Endometriosi e vulvodinia da inserire in malattie croniche e invalidanti

Obiettivo di tre mozioni approvate dal Consiglio regionale della Puglia

Inserire la vulvodinia, l'endometriosi di I e II grado, l'adenomiosi e la fibromialgia, nell'elenco delle malattie croniche e invalidanti previste dai livelli essenziali di assistenza (LEA): sono questi gli obiettivi di tre mozioni che il Consiglio regionale della Puglia ha approvato ieri all'unanimità, esaminando il tema della vulvodinia e delle altre patologie ancora oggi ritenute invisibili.

Le mozioni approvate impegnano la giunta regionale a mettere in atto ogni necessario e opportuno provvedimento nei confronti del Governo Nazionale e del Ministero della Salute affinché si provveda celermente ad inserire la vulvodinia, la neuropatia del pudendo, l'endometriosi di I e II grado, l'adenomiosi e la fibromialgia nell'elenco delle malattie croniche e invalidanti previste dai livelli essenziali di assistenza (LEA); e nello stesso tempo di avviare percorsi formativi volti a supportare l'accrescimento delle competenze delle figure medico-sanitarie in modo da garantire diagnosi precoci e un'adeguata assistenza. Le mozioni prevedono anche l'individuazione di almeno un presidio sanitario pubblico regionale di riferimento, che garantisca la presa in carico multidisciplinare della paziente e di aprire un registro regionale su queste malattie al fine di agevolare l'attività di ricerca e presa in carico; ed infine di promuovere campagne di informazione e di sensibilizzazione periodiche.

"L'approvazione di queste mozioni è molto importante – spiega la Presidente del Consiglio regionale, Loredana Capone - spero che l'inserimento nei Lea avvenga in tempi celeri. Noi faremo la nostra parte. Non si può restare in silenzio davanti al dolore di tante donne, soprattutto giovani. Si tratta di patologie invalidanti che condizionano la vita lavorativa e relazionale - continua Capone - Ancora oggi la vulvodinia, così come le altre patologie citate nella mozione, rientrano tra le malattie invisibile. Non serve solo parlarne, ma è necessario assumere dei provvedimenti per alleviare la condizione delle donne che ne soffrono. Le cure sono spesso molto costose e tante non se le possono permettere. Nessuno deve rinunciare a curarsi e la politica deve creare le condizioni per garantire questo diritto".
  • Consiglio regionale
  • Salute
  • sanità
Altri contenuti a tema
Convegno "Alimentazione sana e sicura - Dieta e fertilità" mercoledì 24 aprile Convegno "Alimentazione sana e sicura - Dieta e fertilità"
Consiglio regionale: Paolicelli confermato presidente di commissione Consiglio regionale: Paolicelli confermato presidente di commissione Guida la quarta (sviluppo economico)
Ospedale Murgia: paziente salvato da aneurisma grazie a nuove tecnologie Ospedale Murgia: paziente salvato da aneurisma grazie a nuove tecnologie La Cartella Clinica Elettronica permette di eseguire consulenze a distanza
Le novità del bilancio della Regione Puglia Le novità del bilancio della Regione Puglia Nelle materie sanità, terzo settore, sostegno alle famiglie e trasporti
Cartelle cliniche e referti: tutto in digitale all'ospedale della Murgia Cartelle cliniche e referti: tutto in digitale all'ospedale della Murgia Primo in Puglia a completare il percorso di informatizzazione
Nominato il garante regionale per i diritti dei diversamente abili Nominato il garante regionale per i diritti dei diversamente abili Antonio Giampietro, dell'Unione italiana ciechi e ipovedenti
Sanità: approvato il piano regionale delle assunzioni Sanità: approvato il piano regionale delle assunzioni Tra nuove unità e stabilizzazione sono 2500 unità di personale
Disturbi del comportamento alimentare: alleanza tra famiglie, medici e scuole Disturbi del comportamento alimentare: alleanza tra famiglie, medici e scuole Tavola rotonda organizzata dal centro della Asl con associazione La Vela
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.