pediatra
pediatra
Ospedale e sanità

Attivo da questo fine settimana il servizio di guardia medica pediatrica

Il Perinei nel progetto regionale Scap

Come già anticipato parte questo fine settimana il servizio di consulenza ambulatoriale pediatrica (SCAP), che interesserà sette strutture ospedaliere del barese tra cui gli ospedali Perinei, San Paolo, Giovanni XXIII, Monopoli, Corato, Molfetta, Bitonto. In tutta la regione sono 23 gli ospedali coinvolti nel progetto.

Tale servizio garantirà prestazioni ambulatoriali appropriate a favore dei piccoli pazienti a bassa priorità che accedono al Pronto Soccorso (i cosiddetti codici bianco e verde) nelle giornate di sabato, domenica, nei prefestivi e festivi, dalle ore 8 alle 20. Nei casi più gravi, i bambini saranno trasferiti e trattati presso le ordinarie strutture di emergenza, evitando le attese.
Per tale servizio, la ASL Bari ha selezionato, a seguito di avviso pubblico pubblicato lo scorso giugno, ottanta pediatri. Analogamente si è proceduto ad individuare, con adesioni su base volontaria, infermieri e altre figure professionali specifiche (puericultrici o vigilatrici di infanzia).

Il servizio reso dall'equipe si configurerà come un'attività libero-professionale. Il personale impegnato rilascerà quindi fattura e sarà compensato dalla ASL sulla base delle ore di servizio effettivamente prestate. Non ci sarà, però, un aggravio di costi per il sistema sanitario regionale, in quanto le risorse necessarie rientrano nelle somme già previste dagli accordi integrativi con i pediatri ma non utilizzate.
Anche per l'Ospedale della Murgia "Fabio Perinei" si comincia nel prossimo fine settimana, dal 2 dicembre e verrà svolto in ambienti dedicati, a piano terra, con accesso dall'androne principale, a pochissima distanza dalle strutture del Pronto Soccorso.

"I vertici sanitari e amministrativi mi hanno confermato stamane che sono pronti gli ambienti, i collegamenti di rete e disponibili gli arredi. In queste ore si sta completando la definizione dei turni dei professionisti coinvolti – commenta il consigliere Enzo Colonna - Ricordo che negli ospedali della ASL BAT, dove è stato avviato in via sperimentale negli anni scorsi, il servizio ha determinato un significativo miglioramento della gestione pediatrica nei Pronto Soccorso. Solo nel 2015, nei cinque ospedali in cui era attivo il progetto, ci sono stati oltre 20 mila accessi al servizio di consulenza ambulatoriale pediatrica. Solo alcune centinaia sono stati i casi che hanno reso necessario il trasferimento alle strutture di emergenza del Pronto Soccorso. Questo ha determinato una diminuzione dei ricoveri ospedalieri del 18 per cento, mentre gli accessi totali dei codici bianchi in Pronto Soccorso (nelle ore di funzionamento del servizio SCAP) sono stati quasi azzerati".
    © 2001-2017 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.