Migranti
Migranti
Politica

Migranti: Sinistra italiana condanna la manifestazione in via Bresso

"No manifestazione xenofoba ad Altamura".

Il pomeriggio del 12 maggio il Partito "Noi con Salvini" ha partecipato ad un presidio nei pressi del cimitero contro l'arrivo di duecento immigrati ad Altamura, che il Comune ha deciso di alloggiare in un condominio. Nella manifestazione ha trovato sfogo la rabbia di molti nostri concittadini, non senza momenti di tensione, e sono intervenute le forze dell'ordine (polizia e vigili urbani).

Su questo episodio il circolo altamurano di Sinistra Italiana vuole proporre una riflessione, il più possibile pacata e rispettosa dei punti di vista, ma nettamente contraria ad ogni forma di razzismo e alla logica del "respingere". È vero, come denunciano gli organizzatori del presidio, che la nostra città manca di un commissariato di polizia, da anni sollecitato da forze di ogni colore politico, anche per arginare la deriva criminale (per altro tutta nostrana) della città, tra omicidi, esplosioni di bombe carta ed altre azioni di violenza.
È vero, come è stato notato dai rappresentanti istituzionali più sensibili al tema dell'integrazione, che sarebbe stato meglio dislocare gli immigrati per piccoli nuclei familiari, piuttosto che confinarli in un'unica palazzina come in un ghetto. L'amministrazione comunale del Sindaco Forte ha agito nel silenzio, non preparando la cittadinanza all'accoglienza attraverso un'adeguata comunicazione.
Ma è anche vero che la Puglia è per eccellenza la regione che ha la vocazione ad accogliere anche nell'emergenza: come non ricordare la nave Vlora stipata di albanesi che l'8 agosto del 1991 attraccò al porto di Bari? Sono passati 26 anni e gli equilibri geopolitici del pianeta sono molto cambiati, ma la Puglia e l'Italia, per la loro posizione nel Mediterraneo, per la loro antica storia fatta di incontri di civiltà, per la storia più recente di emigrazione verso il Nord Italia, il Nord Europa e l'America, non possono rinunciare ad accogliere senza tradire se stesse.

Ciò vale ancora di più nel tempo drammatico della crisi economica che stiamo vivendo in questi anni, mentre l'Italia è ogni giorno al primo posto per desertificazione economica, denatalità e invecchiamento della popolazione. Esistono ormai da tanti anni modelli virtuosi di gestione dell'integrazione, come il progetto "Città Futura" del sindaco di Riace Luca Romano, un modello studiatissimo in America e in Europa: gli stranieri, i rifugiati e richiedenti asilo del Nord Africa e del Medio Oriente sono stati accolti nel centro storico (prima degradato e svuotato dall'esodo verso zone residenziali più lussuose) e sono stati formati al recupero degli antichi mestieri artigiani, anche allo scopo di realizzare un rilancio turistico ed ecosostenibile della cittadina di Riace (è stata anche sperimentata una raccolta rifiuti porta a porta attraverso gli asini).

Perché gli immigrati fanno soprattutto ciò che noi non vogliamo più fare anche se ci siamo impoveriti: non vengono a portarci guerre tra poveri, ma sono una risorsa che va correttamente gestita. Anche la città di Altamura (fondata, tra l'altro come luogo di integrazione: è bene ricordarselo non solo durante il Federicus) ha molte badanti che assistono i nostri anziani rimasti soli per la ripresa dell'emigrazione dei nostri giovani, immigrati impiegati nell'agricoltura, bambini e bambine, ragazzi e ragazze che frequentano le nostre scuole, determinando l'erogazione di servizi che generano a loro volta benessere per tutti: si tratta di lavoratori che, nonostante la piaga (non incurabile…) del lavoro nero, contribuiscono, anche in termini strettamente fiscali e previdenziali, alla ricchezza nazionale e alla fruizione di servizi di assistenza degli italiani. Purtroppo le paure determinate dall'incertezza dei diritti sociali sono spesso un terreno fecondo per la disinformazione che generalizza o distorce la realtà.
Per questi e per molti altri motivi Sinistra Italiana – Altamura lancia un appello alle forze progressiste della città per l'organizzazione di una manifestazione contro il razzismo.
    © 2001-2017 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.