Matera Capitale europea della Cultura 2019
Matera Capitale europea della Cultura 2019
Turismo

Il sì delle Commissioni IV e VI, alla proposta di Liviano per interventi di promozione turistica in Puglia in vista del 2019

L’iniziativa legislativa approderà presto in Consiglio regionale

Le Commissioni congiunte IV e VI hanno approvato a maggioranza la proposta di legge del consigliere Gianni Liviano, avente per oggetto "Interventi per la promozione del turismo culturale sul territorio regionale in occasione dell'evento Matera Capitale Europea della Cultura 2019", nonostante l'assessore regionale alla Cultura e al Turismo Loredana Capone avesse proposto un altro percorso per porre in essere azioni mirate nell'immediato, senza attendere i tempi del percorso legislativo, utilizzando fondi comunitari, al netto di tutte le azioni che il Governo ha già attivato proprio in funzione di Matera 2019, anche in ossequio a finanziamenti europei.

Il progetto di legge approvato, che approderà presto in Consiglio regionale, prevede interventi di recupero, restauro e allestimento di beni mobili e immobili di interesse storico, artistico e di valore religioso; approfondimenti di studio; organizzazione e diffusione delle conoscenze per la valorizzazione di itinerari e percorsi tematici; didattica dei beni culturali; promozione culturale e turistica.

La copertura finanziaria è assicurata dall'inserimento della proposta nel bilancio regionale 2018 di un apposito capitolo di spesa, e a questi fondi si accompagna il coordinamento tra tutte le linee di attività e le rispettive fonti di finanziamento a scopo ricognitivo, come il FESR-FSE – Programma operativo regionale Puglia 2014 – 2020 con riferimento alle risorse assegnate alle azioni di cui all'Obiettivo tematico VI "Tutela dell'ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali"; il FEASR – Programma Sviluppo Rurale Puglia con riferimento alle risorse assegnate alle azioni per il "Sostegno allo sviluppo locale"; il Patto per il Sud: Del. CIPE n. 26/2010 avente ad oggetto "Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020: Piano per il Mezzogiorno. Assegnazione risorse" per il finanziamento del Patto per il Sud sottoscritto tra Regione Puglia e Presidenza del Consiglio dei Ministri in data 10 settembre 2016.

"I contrasti tra la Giunta regionale e i consiglieri di maggioranza 'dissidenti' non possono bloccare l'attività legislativa del Consiglio". A sottolinearlo i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle, al termine della seduta congiunta delle Commissioni IV e IV, per i quali "è stato perso già troppo tempo".
Secondo quanto dichiarato dai consiglieri pentastellati, la richiesta avanzata dall'assessore Capone al consigliere Liviano, di ritirare la proposta di legge approvata per la valorizzazione del turismo regionale cavalcando l'onda del 2019, sembrava essere motivata solo da ripicche interne alla maggioranza, motivo per cui hanno scelto di votare il testo.

"Ora - hanno continuato - bisogna far sì che la Puglia non perda un'occasione importante per valorizzare il territorio. Si tratta di una legge che consideriamo positiva e s'innesta in un percorso virtuoso che va a valorizzare il nostro patrimonio. Siamo stanchi di questo modo di fare del Governo, che manca costantemente di rispetto ai lavori del Consiglio. Ci sono proposte di legge che aspettano da anni di essere calendarizzate a causa di continui rimpasti di giunta e altre che attendono di essere votate e vengono rimandate di seduta in seduta a causa delle assenze degli assessori. Tutto questo non è più accettabile. Il Consiglio regionale e i pugliesi meritano rispetto".
    © 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.