anziani
anziani

Centro anziani, mille promesse dai politici ma pochi i fatti

Una segnalazione di Michele Cornacchia

In un pomeriggio transitavo da Via Quintino Sella e mi sono fermato in un luogo a me molto caro: il centro anziani "Bella Età".

A mente serena in questo scorcio di fine estate, ricordavo la nascita di questa "perla preziosa" per la nostra città. Premetto che l'altro Centro Anziani del Simone Viti Maino, mi ha visto protagonista nella sua invenzione e successivamente avviato dal Sindaco Plotino.

Nel 2002 mi viene conferito l'incarico di assessore al Personale e Servizi sociali dal Sindaco Rachele Popolizio. Ho sempre avuto una predisposizione alle problematiche sociali, questa passione ha fatto si che tale assessorato non fosse più la cenerentola delle deleghe da assegnare ai vari assessori, ma punto nevralgico delle politiche socio-assistenziali della nostra comunità.

Era da poco spiovuto, stavo ancora nella mia auto, osservavo un anziano con handicap su di una carrozzella, con molta fatica posizionava una tavola sotto il marciapiede per salire dalla strada allo stesso, poi la riposizionava nuovamente sulla soglia d'ingresso per entrare definitivamente nel centro anziani "Bella Età".

Io avevo parcheggiato la mia autovettura e l'anziano la sua preziosissima carrozzella, ci siamo incontrati e dopo un affettuoso saluto, mi ha illustrato quanto da me inconsapevolmente osservato. Il marciapiede che insiste sull'ingresso del Centro, frequentato da centinaia di anziani, alcuni longevi e con handicap, ha ancora barriere architettoniche non a norma di legge.

E' triste per me constatare come in tanti anni una amministrazione comunale non abbia pensato ad eliminarle. Sono entrato e come mio solito, ho dialogato con i presenti, Anna mi chiedeva: "Perché non si è fatto il soggiorno per anziani, Michele… abbiamo sofferto il caldo in questa torrida estate siamo stati senza aria condizionata, ancora…quante promesse abbiamo ricevuto durate la campagna elettorale, ci hanno offerto lauti pranzi ma avremmo preferito più sedie ed un nuovo Centro perché molti vengono da quartieri lontani, non sappiamo a chi rivolgere le nostre richieste perché qui i candidati e gli eletti si fanno vedere solo durante la campagna elettorale".

Abbiamo ricordato Giovanni Marroccoli guida dell'intero movimento anziani per tanti anni, assicurando loro il mio solito impegno gratuito il cielo diventava più sereno.

Michele Cornacchia
    © 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.