fila
fila

Il disagio degli altamurani

Lettera di un lettore

Gentili.mo direttore,
la contatto per segnalarle il disagio che sta tormentando i cittadini altamurani, me compreso, circa la situazione del rinnovo dell'esenzione all'Asl (pressi scuola san Giovanni Bosco) in quanto non è assolutamente pensabile che si lavori con un solo sportello su una capienza di 70.000 abitanti di Altamura.

La situazione raccontata dai cittadini è questa:ogni giorno il cittadino è costretto a recarsi alle 5:30 - 6:00 del mattino
davanti all'ingresso della stessa asl per poter essere i primi ad avere, intorno alle 07:30, un biglietto di prenotazione per circa una settimana dopo; oltre poi al fatto che i biglietti distribuiti sono poche decina oscillano dai 30-40 ai 60 al giorno.

Questa mattina svegliatomi alle 06:30 per essere li alle 07:00 mi sono ritrovato circa un centinaio di persone (tra cui anziani e persone con problemi fisici li ad aspettare) e mi sono visto costretto a ritornare indietro, non so se per avere una esenzione bisogna aspettare così tanto, data l'urgenza di fare diverse viite specialistiche che altrimenti dovrei pagare personalmente.

Le chiedo la possibilità di una massima diffusione del disagio, la possibilità di intervistare la cittadinzanza altamurana davanti all'asl dalle 06:00 alle 08:00 di ogni mattina; la possibilità di solleccitare il comune e le autorità competenti a provvedere a tal riguardo ed in particolare la possibilità di creare una lista di priorità per chi ha urgenza nell'avere tale esenzione rispetto invece a chi non ne ha vera e pronta necessità.

Grazie per l'attenzione e la sensibilità.

Filippo Berloco
    © 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    AltamuraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.